I Fumetti della Resistenza

Copertina
16 giovani illustratori
per 8 giovani partigiani

Prima pagina :: Storia :: Storia europea :: Buchenwald: anni '90 nuova progettazione del Memoriale
Indice
Buchenwald: anni '90 nuova progettazione del Memoriale
1990 - 1994
1995-1999
Tutte le pagine

Il nuovo modo d’intendere ed interpretare il Memoriale dopo il 1990.

 

Il memoriale nazionale di Buchenwald (Nationale Mahn- und Gedenkstätte - NMG), inaugurato nel 1958, era stato progettato come monumento nazionale di commemorazione della DDR, la lotta della resistenza dei prigionieri comunisti era stato accentuato, ignorando in gran parte il fatto che le SS hanno arrestato molti altri gruppi di prigionieri nel campo di concentramento di Buchenwald: perseguitati per la loro razza (Ebrei, Sinti Rom), "estranei alla comunità" (i cosiddetti pigri, soci, reietti e omosessuali), Testimoni di Geova e donne, costretti a lavorare nei campi fuori dal campo di concentramento di Buchenwald per l'industria delle armi. Inoltre, l'esistenza e la storia del campo speciale sovietico di Buchenwald furono in gran parte trascurate.

Alla luce di questi fatti, è stato necessario, dopo la caduta del DDR, rivedere completamente il progetto del Memoriale di Buchenwald. Già nel novembre 1989, i collaboratori di NMG Buchenwald svilupparono un nuovo concetto di lavoro. Nel settembre 1991, le nuove linee guida per il nuovo progetto furono poi formulate da una commissione di storici, nominata dal Ministro delle Scienze della Turingia:

"Saranno commemorati sia il campo di concentramento nazista che il campo speciale sovietico n. 2. L'obiettivo principale deve essere il campo di concentramento. Il ricordo del campo speciale n ° 2 dovrà prendere il secondo posto. I siti commemorativi devono essere chiaramente separati gli uni dagli altri. [...] La mostra permanente, caratterizzata dal pregiudizio della storiografia della DDR, deve essere completamente ridisegnata e allestita secondo lo stato di ricerca. [...] Per la successiva installazione di un memoriale per il campo speciale n. 2, per una mostra o anche documentazione, sono necessarie altre demistificazioni e ricerche a lungo termine. [...] La commissione raccomanda di mostrare in un contesto più ampio, grazie alla documentazione, alle premesse e alla storia politica del NMG di Buchenwald 1950-1990, lo sviluppo da parte della DDR, il suo uso ai fini della propaganda statale e la sua strumentalizzazione politica."

In una riunione successiva, la commissione ha raccomandato che "un nuovo edificio fosse eretto per la mostra che richiamava il campo speciale". L'edificio dovrebbe essere piatto. Deve stare sul terreno situato sotto il magazzino e l'edificio di disinfezione, dove il campo confina con il campo delle tombe. Inoltre è stato raccomandato il cambio di nome da Nationale Mahn-und Gedenkstätte Buchenwald a Gedenkstätte Buchenwald (Da Promemoria Nazionale e memoriale nazionale di Buchenwald in Memoriale di Buchenwald).

TERZO CONGRESSO DELLA COMMISSIONE DI STORICI SUL NUOVO MODO D’INTENDERE ED INTERPRETARE IL MEMORIALE

Foto: TERZO CONGRESSO DELLA COMMISSIONE DI STORICI SUL NUOVO MODO D’INTENDERE ED INTERPRETARE IL MEMORIALE CON I RAPPRESENTANTI DELLE ASSOCIAZIONI DELLE VITTIME E DELLE ORGANIZZAZIONI SOCIALI.
IL PRESIDENTE, EBERHARD JÄCKEL (terzo da sinistra), APRE IL CONGRESSO, FEBBRAIO 1992.